Quando sono nate le scommesse sportive?

Quando sono nate le scommesse sportive?

maggio 26, 2018 Non attivi Di GoalPost Guru

Quando sono nate le scommesse sportive? Storia di una passione tanto avvincente quanto pericolosa.

Non è raro nei giorni nostri vedere una persona qualsiasi, magari vestita di tutto punto, passeggiare in modo più o meno distratto sul marciapiede, parlare col cellulare, salutare le persone e infine, quando meno te lo aspetti, infilarsi quasi furtivamente in un bar.

Magari per prendere un caffè o comprare il latte, chissà; ma niente di tutto questo, la persona si è volatilizzata. Sennonché, andando al bagno, ci si accorge che quella persona si è rifugiata in un cantuccio del bar, quello meno visibile, magari proprio vicino ai bagni, mostrando occhi sbarrati e uno sguardo fra il folgorato e l’inebetito, mentre violenta una slot machine in cerca della quotidiana cascata di diamanti.

No, non è affatto raro. E, in effetti, la passione per il gioco, sana o insana che sia, ha da sempre colpito moltissime persone. Parliamo del cosiddetto gioco d’azzardo, delle scommesse sportive e quant’altro, ovviamente. Di questa passione ne esistono anche forme e varianti innocue o presunte tali, come quando si gioca al computer in quasi innocenti simulazioni di storie e avventure.

Diciamo quasi innocenti perché, come noto, la stragrande maggioranza di questi giochi contiene situazioni di violenza, sangue e così via. Non un buon insegnamento, specialmente per i ragazzi. E attenzione però, perché il fenomeno, abbastanza diffuso, rischia di prendere delle derive incontrollabili: oltre ad essere diseducativo, diviene pervasivo e insinuante, al punto che sempre più spesso si parla di una vera e propria malattia, la ludopatia.

E da questa non è facile uscirne. Fatte le debite differenze con chi scommette, con tutto quello che ne consegue, in generale la troppa passione per il gioco non porta mai a conseguenze positive. A parte i film, le rappresentazioni teatrali, i romanzi e altro, sono rare le storie a buon fine nelle quali chi gioca diventa milionario e punto.

Ci si è messa ultimamente pure la Tv e diseducare con puntiglio e costanza, quanto a giochi. Ma torniamo alle scommesse sportive. Quando sono nate le scommesse sportive? Non ci vuol molto in realtà a intuire che le scommesse sportive probabilmente ci sono sempre state, almeno da quando esiste lo sport o fenomeni ludici a esso agganciabili. Solo per fare un esempio, già ai tempi degli antichi romani, gli imperatori stessi erano soliti scommettere. Ma, naturalmente, le scommesse le faceva pure il volgo, e le scommesse alle corse dei carri e al circo erano solitamente legali.

quando sono nate le scommesse sportive

Quando sono nate le scommesse sportive

Ma diciamo che le scommesse in quanto tali, nel senso di sistema, appartengono oggi più alla tradizione nordeuropea che a quella mediterranea. Come noto, in Inghilterra, in Irlanda e in altri paesi anglosassoni, il sistema scommesse ha raggiunto dimensioni tali che fa parte integrante della società e della cultura di quei popoli. Lì si scommette su tutto, dalla corsa delle formiche alla probabilità che il figlio della coppia degli eredi dei reali sia maschio o femmina.

E ovviamente, col passare del tempo, la terra delle scommesse è diventata pure l’America, dove, nell’ambito sportivo, l’ha fatta da padrone il Baseball, e poi le altre discipline sportive a seguire, compreso il basket. Oggi si utilizza internet, anche se non esclusivamente. Esistono applicazioni, sia per Android sia per iOS, dedicate alle scommesse sportive.

Se dagli anni 50 in poi, cioè dall’avvento della televisione, determinate discipline sportive sono diventate famose e popolari (come ad esempio l’ippica) con conseguente crescita delle scommesse; così da almeno una decina di anni, in varie forme, si utilizza anche la rete. E non c’è dubbio che questa metodologia per le scommesse, estremamente fruibile da molti, favorisce ulteriormente la diffusione e la pratica delle scommesse sportive stesse.

Anche perché, l’anonimato o la difficile individuabilità dello scommettitore sono nella maggior parte dei casi garantiti.