Vantaggi e rischi di scommettere online sul tennis
Guida Scommesse

Vantaggi e rischi di scommettere online sul tennis

Quando ti avvicini al mondo delle scommesse per la prima volta, è lecito domandarsi se esiste uno sport rispetto ad altri sul quale sia più facile scommettere, o comunque costruire una buona strategia sul lungo periodo.

Bene, è opportuno precisare che non esistono scommesse e sport facili, ma una disciplina che più delle altre offre delle buone opportunità di guadagno, con un’attenta analisi delle variabili in gioco, è il tennis. Oggi parleremo proprio di come è più giusto approcciarsi a questo sport relativamente al betting, facendo naturalmente attenzione ai rischi che può celare.

Uno sport più redditizio rispetto al calcio, lo dicono le statistiche

La prima riflessione da fare sul tennis nel mondo delle scommesse è di natura statistica. In questo sport, infatti, gli incontri avvengono in modalità “Teta a Testa” tra due tennisti e le percentuali di fondo, quindi, senza tener conto delle variabili e dei valori in campo, sono equamente suddivise al 50% per entrambi i giocatori. Una percentuale ben superiore a quelle del calcio, ad esempio, dove è previsto il classico triplice segno 1 X 2, e con il quale hai una percentuale di successo in partenza pari al 33%.  Una volta compresa tale differenza, andiamo a capire in che modo evitare di incorrere in errori di valutazione comuni quando si parla di scommesse sportive online legate al tennis.

L’analisi dei giocatori, delle classifiche e delle superfici di gioco

analisi dei giocatori classifiche e superfici di gioco

Quando ti appresti a piazzare una scommessa sportiva sul tennis, devi tenere bene in considerazione diversi fattori, che saranno decisivi per determinare le sorti dell’incontro. In primis occorre concentrarsi sulla forza degli atleti in campo, se è vero che la prima discriminante nel tennis, così come nello sport in generale, riguarda la qualità del gioco espresso. Il bagaglio tecnico da solo, tuttavia, non è sufficiente per garantirci una buona probabilità di vittoria. Occorre, infatti, tenere in considerazione molti altri aspetti di altrettanta importanza.

Tra questi rientra lo stato di forma: il giocatore su cui intendiamo scommettere può essere più forte sulla carta rispetto al suo avversario di giornata, ma potrebbe al contempo venire da un periodo di forma pessimo e non riuscire ad esprimere il proprio gioco come vorrebbe; in questo senso, anche il rientro da un infortunio può rappresentare un momento difficile per un giocatore, che è chiamato a ritrovare la continuità e la fluidità del proprio gioco.

Se, pertanto, colui o colei sul quale intendi scommettere è appena tornato da una pausa forzata per un problema fisico, è consigliabile attendere che disputi qualche match e verificare il suo stato di forma, prima di valutare eventuali scommesse. Occhio inoltre alla superficie di gioco, perché non tutti i tennisti si adattano allo stesso modo al cemento, alla terra ed all’erba. Un giocatore molto più forte del suo avversario, potrebbe infatti risentire di una superfice a lui poco congeniale, con la naturale conseguenza di un match molto più equilibrato di quanto lo fosse per i valori assoluti dei due.

Ti segnaliamo, infine, di fare molta attenzione a come consulti la classifica: il ranking ATP, così come quello WTA, è molto spesso bugiardo, o comunque non pienamente rappresentativo del valore di un tennista, vuoi perché è al rientro da un periodo di stop o perché non ha disputato un gran numero di tornei, ad esempio. Non commettere l’errore di scommettere sul tennis affidandoti esclusivamente alle posizioni dei giocatori nella classifica mondiale: sarebbe del tutto sbagliato e rischieresti di mandare  a monte tutto il lavoro di studio e analisi che hai fatto fino ad ora.